Volantino Natura Sì - 1.11.2020 - 31.12.2020 - pagina 33 - NON È PIÙ VALIDO

Volantino Natura Sì - 1.11.2020 - 31.12.2020 - pagina 33 - NON È PIÙ VALIDO

1 ... 33 ... 45
Volantino Natura Sì - 1.11.2020 - 31.12.2020 - Prodotti in offerta - Dell. Pagina 33.
1 ... 33 ... 45

Scorri il volantino Natura Sì valido dal giorno 1.11.2020 al giorno 31.12.2020 per vedere le ultime offerte. In 44 pagine del catalogo più recente trovi i prodotti migliori della categoria Ipermercati e supermercati. Se vuoi risparmiare sulla tua prossima spesa da Natura Sì, non dimenticare di sfogliare tutto il catalogo da pagina 1 a pagina 44. Se vuoi fare la spesa in modo intelligente e risparmiare sui tuoi prossimi acquist, non perdere l'ultimo catalogo ricco di prezzi eccezionali e fantastici sconti. Visita Tutti Sconti ogni giorno per on perdere le promozioni offerte dai tuoi rivenditori preferiti.

Prodotti in questo volantino

 
 
FIORE DELLA VITA come una nazione, si collocherebbe al terzo posto nella globale una strategia concreta di riduzione dello spreco graduatoria dei maggiori produttori di emissioni, dopo alimentare, che possa incidere a tutti i livelli. Una USA e Cina. Addirittura, si valuta che questo fenomeno strategia che si collochi sia ad un alto livello, comuni- tario e nazionale, ma anche dal basso, incidendo sui consumi familiari e su quelli delle comunità locali, con azioni conseguenti che si possano attuare in tal senso. Agire è necessario, ed è sottolineato anche dal secondo obiettivo (Goal 2) dell'Agenda Onu 2030. La sconfitta definitiva della fame nel mondo e il primo passo verso la sua realizzazione è cambiare le nostre abitudini alimentari. Ridurre gli sprechi, ma anche condizionare smaltirli correttamente. La situazione peggiora ulterior- il mercato attraverso le nostre scelte, verso una filiera del cibo più sobria, efficiente e giusta, e sempre meno sia responsabile di quasi l'8% delle emissioni di CO, e che con ogni pasto non consumato si producano 2,5 kg di CO,. Costi economici e costi ambientali Gli effetti negativi non si esauriscono purtroppo alle emissioni. Esistono anche ulteriori costi economici ed ambientali per raccogliere questi scarti alimentari e mente quando il rifiuto viene disperso nell'ambiente in modo incontrollato (come ad esempio la plastica d'im- impattante verso l'ambiente. ballaggio degli alimenti non consumati). Questi rifiuti "indiretti" determinano un ulteriore impatto ambientale dati FAO - Food and Agriculture Organization, ovvero l'agenzia con fenomeni di accumulo e ridondanza, spesso difficil- delle Nazioni Unite che si occupa di combattere la fame nel mondo. La CO, equivalente (CO,e) è una misura che esprime l'impatto mente valutabili. sul riscaldamento globale di una certa quantità di gas serra rispetto Diventa quindi comprensibile l'evidenza di uno stu- dio del Politecnico Federale di Zurigo (Ethz): più una derrata alimentare viene buttata "a valle nella catena alla stessa quantità di anidride carbonica (CO,). fonte: Campagna Too Good To Go di produzione e commercializzazione", maggiore è l'in- quinamento ambientale che questa genera in termini di risorse ed emissioni, dovendo conteggiare trasporto, trasformazione, imballaggio e stoccaggio. Questi dati dimostrano la gravità della situazione e, si veda la Svizzera (e purtroppo anche gran parte dei paesi "sviluppati"), come oltre la metà dell'impatto ambientale dovuto allo spreco di cibo sia causato dalle economie domestiche e dalla gastronomia (52%). Il 27% deriva invece dall'industria di trasformazione e solo l'8% dal commercio. La produzione agroalimen- tare, a monte della catena, genera il 13% dell'inqui- namento ambientale in senso lato, con ovvie influenze anche sui cambiamenti climatici. Sempre secondo gli esperti dell'Ethz, infatti, non gettare gli alimenti ancora commestibili consentirebbe di evitare l'emissione To Good To Go Con 86 punti vendita affiliati in tutta Italia, Naturasi è stata tra le prime realtà ad aderire a Too Good To Go, già nella primavera 2019. Molto più di una semplice App, To Good To Go ha dato vita a un autentico movimento che si sposa perfettamente con i nostri valori. Nei negozi aderenti, infatti, è possibile contribuire alla diffusione di antispreco, acquistando Magic Box che contengono prodotti vicini alla scadenza, ma ancora troppo buoni per essere buttati! A oggi sono 27.042 le box vendute nei nostri negozi, con un risparmio stimato di 67.605 kg di CO, e di circa un kg di prodotto per box. tica di circa 500 kg di CO, pro capite all'anno. "Il cibo non va mai buttato. La lotta allo spreco deve trasformarsi in un valore culturale e commerciale trasversale per tutti gli attori coinvolti" Fabio Brescacin, Presidente di EcorNaturaSi. La situazione italiana Anche a livello italiano la questione dello spreco alimentare è ormai da tempo uno degli argomenti principali sul tema della sostenibilità. Purtroppo, che il 50% dello spreco alimentare sia da attribuirsi a cause domestiche ci viene confermato dall'osservatorio di Last Minute Market. Per questa ragione si stanno impe- gnando sul piano normativo e di controllo il Ministero dell'Ambiente e in particolare la Direzione per i Rifiuti e l'inquinamento. Il loro impegno ha portato alla definizione di un Piano Nazionale di Prevenzione degli Sprechi Alimentari (PINPAS), attività ora confluita nel Comitato Tecnico Scientifico per l'implementazione del Programma Nazionale di Prevenzione dei Rifiuti, istitu- ito con Decreto Ministeriale (DM) 8 luglio 2014, n.185 e rinnovato con DM 27 giugno 2017, n.168. Va citata inoltre la legge "antisprechi" 166/2016, che attraver- so l'iniziativa della onorevole Gadda rende molto più semplice, chiara e conveniente la donazione di ecce- denze (non solo alimentari) a soggetti del terzo settore. Queste iniziative però sono solo l'inizio. Urge a livello Too Good To Go 33 messaggio promozionale

Volantini Natura Sì

I volantini più ricercati